martedì 20 gennaio 2015

I love this cover #5

Salve avventori!
Eccoci anche quest'anno con la rubrica che vede come protagoniste le copertine dei nostri amati libri.
Quella di cui vi parlo oggi è la cover di uno dei romanzi che mi ha fatto compagnia nelle festività natalizie appena passate. 
Sto parlando di "Miracolo in una notte d'inverno", scritto dall'autore finlandese Marko Leino ed edito dalla Feltrinelli, che narra la drammatica storia di Nikolas Pukki e le origini della leggenda di Babbo Natale. 







Mentre giocano in riva al mare, due bambini trovano sul fondale una scatola di legno minuziosamente intarsiata, chiusa a chiave, ancora ben conservata. Quando la aprono, con l'aiuto del nonno, vi trovano un antico orologio da taschino e un biglietto ormai scolorito, sul quale è scritto: "Felice Natale, cara piccola Ada. Tuo fratello Nikolas". 
Pieno di stupore, il nonno ricorda un'antica leggenda che aleggia sulla cittadina di Korvajoki, fin dai tempi in cui era un minuscolo villaggio di pescatori. 
"Immaginate di avere ali immense come quelle di un'aquila, che vi sollevano in aria e trasportano sopra il mare, fino all'isola della famiglia Pukki. Volate con la fantasia...". 
Così inizia il racconto del nonno, così comincia la storia di Nikolas, bambino di cinque anni che abita con la famiglia sulla piccolissima isola di fronte alla costa, e soprattutto così prende vita la leggenda di Babbo Natale.


Del libro, che mi ha piacevolmente stupito, vi parlerò meglio nella recensione.
Soffermandoci invece sulla cover, posso dire che una delle cose che ho apprezzato di più (e che in generale apprezzo) è il fatto che quella scelta come immagine di apertura rappresenti in pieno il contenuto del libro.
Infatti per quanto una copertina sia bella, è essenziale, per quanto mi riguarda, che sia anche inerente alla trama di cui è portavoce.
In questo caso possiamo vedere come la copertina sia ambientata in un paesaggio nordico che potrebbe benissimo essere la Korvajoki, che ha dato i natali al piccolo Nikolas.
Un ruolo essenziale, nella cover come nello stesso libro, ha il lago ghiacciato che riflette la figura dell'uomo comune (quello che nell'immagine pare essere un normale ragazzino) con le sembianze del leggendario anziano signore dal vestito rosso, responsabile della produzione e della distribuzione dei regali per tutti i bambini del mondo.
Trovo che quella del riflesso sia stata un'idea geniale, che ha permesso, con una sola inquadratura, di riassumere una vicenda molto più complessa.
Osservandola si intuisce immediatamente che protagonista della storia sarà la vera identità di Babbo Natale (almeno per quanto ci racconta Marko Leino XD).
Devo complimentarmi stavolta con la casa editrice che ha scelto (cosa assai rara) di rispettare la cover originale che, come potete vedere, è essenzialmente la stessa.
In generale ho notato che anche altre edizioni straniere hanno conservato la stessa copertina.
Quella tedesca, per esempio, ha come unica differenza, i toni che virano maggiormente sul verde piuttosto che sull'azzurro.


 

E voi cosa pensate di questa cover?

7 commenti:

  1. Bella cover. Preferisco quella sull'azzurro. Deve essere una bella lettura.

    RispondiElimina
  2. Una cover meravigliosamente invernale :) brrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  3. Effettivamente è carinissima *__*

    RispondiElimina
  4. Questo libro mi incuriosisce parecchio (e ammetto che la cover ha avuto un suo certo peso, perché è veramente carina) ma non mi sono ancora decisa... perciò sono curiosa di leggere la tua recensione :)

    RispondiElimina
  5. bellissime!...ma stupenda la prima!*_____*

    RispondiElimina
  6. Bella bella bella questa cover!! :) Come hai detto anche tu sembra rispecchiare appieno il contenuto del libro...e poi il fatto che rispetti la cover originale è di sicuro un punto in più!
    Aspetto la recensione ;)

    RispondiElimina

♥ Dimmi la tua ♥
Accetto volentieri saluti e commenti relativi all'argomento del post. Evitate i commenti volti esclusivamente a pubblicizzare i vostri blog. Grazie!