mercoledì 11 maggio 2016

Recensione: "Luolo" di Elisabetta Morandi


Titolo: Luolo
Autore: Elisabetta Morandi
Illustratore: Ronny Gazzola
Editore: Edicolors
Data di pubblicazione: 3 Dicembre 2015
Pagine: 64
Prezzo: 14,00 € (cartaceo)  2,99 € (ebook)

Trama: 
Luolo è un piccolo fantasma, dolce, simpatico ma terribilmente fifone. E' così pauroso da essere terrorizzato perfino dalla propria immagine. Per fortuna s'imbatte in un vecchio gufo reale che decide, con l'aiuto del vecchio spettro Leopold, di aiutarlo a diventare un fantasma come si deve.

Recensione:
Quella narrata in questo libriccino è una storia che parla di crescita e dell'accettazione di se stessi.
Luolo è un piccolo fantasma insicuro e triste, scontento del suo aspetto e del suo stesso essere. Preferirebbe tramutarsi in qualsiasi cosa, anche la più insignificante o ripugnante, tutto pur di non essere un fantasma.
Il saggio gufo Orlando, sentendolo urlare una notte, e vedendolo così affranto e inconsolabile, decide di aiutarlo.
Ma come si può aiutare qualcuno che non si accetta per come si è?
Semplice, insegnandogli a farlo!
Anche la vita da fantasma ha la sua bella dose di lati positivi e con l'aiuto di un Gufo Reale e di Leopold, il terribile spettro oblungo, che abita il vecchio mulino, Luolo li scoprirà tutti.

Luolo è un personaggio tenerissimo, a cui è impossibile non affezionarsi. La sua figura è resa ancora più dolce e adorabile dalle deliziose illustrazioni, ad opera di Ronny Gazzola, che impreziosiscono il volume, e che sono senza dubbio il pezzo forte dell'opera.
Questo senza togliere nulla alla storia che, seppur pensata per i bambini, è scritta con un linguaggio maturo, e ricercato, semplice nelle descrizioni, ma mai infantile.
La "morale della favola" è chiara sin dalle prime pagine, ma con l'andare avanti della lettura si scoprono sfumature nuove e riflessioni inaspettate. 
Attraverso il nostro piccolo amico evanescente, leggiamo un'insolita storia di amicizia tra le creature più improbabili, e un bell'invito all'accettarsi, all'amare e a vivere, qualunque sia la propria natura.

Considerazioni:
Come sono belle, e come sono importanti per i bambini le storie che invitano all'accettazione del proprio essere. 
E sono contenta di poter constatare che ultimamente ne sto leggendo diverse che vanno in questa direzione, mi vengono in mente, ad esempio "Olga di Carta" di Elisabetta Gnone e "Le avventure di Jacques Papier" di Michelle Cuevas.
Basta con queste storie che narrano di principi e principesse, di cose tanto distanti dalla nostra realtà! Ai bambini occorrono punti di riferimento reali e storie che abbiano qualcosa d'importante da insegnare.
Imparare ad accettare se stessi con i propri pregi e difetti è un modo per imparare ad apprezzare gli altri, accettandone le differenze e trovando in queste qualcosa da abbracciare e da cui trarre beneficio e non qualcosa da respingere.

Orlando, Leopold, Luolo, e tutti i loro amici, da Camilla a Luna alle tre Grazie, sono esseri diversi, che apparentemente non hanno nulla in comune, ma che si aiutano e soccorrono l'un l'altro.
Un bel messaggio che, come ho detto poco fa, ho avuto il piacere di ritrovare in altre letture dedicate ai ragazzi. Inoltre sono rimasta molto colpita da un pensiero che il nostro piccolo dolce amico, esprime durante una conversazione con lo spettro Leopold.
Luolo afferma di aver scelto di vivere da fantasma (prima di sapere che il suo aspetto lo avrebbe terribilmente spaventato), perché desiderava una vita da spettatore piuttosto che da protagonista, pensando che vedere la gente vivere sarebbe sicuramente stato più facile che vivere davvero.

Luolo si appoggiò a Leopold e con un sospiro triste disse: «Non sapevo. Credevo che sarebbe stato tutto più semplice, senza complicazioni. Sai, l'idea di essere una persona vera mi ha spaventato. 
Vista da dov'ero prima, la vita mi sembrava terribilmente complicata e ho pensato che un fantasma potesse guardarla da fuori senza esserne coinvolto. Invece, mi sono accorto che anche questa è vita. Diversa, forse più facile, ma non risparmia dolore, paura o delusioni. Era proprio quello che volevo evitare. Avrei dovuto chiedere... E' solo dopo, da Orlando, che mi sono accorto di quanto mi facessero paura i fantasmi». 
«Non ti sembra di esagerare?» lo rimproverò Leopold «non stai solo vivendo momenti difficili. Nella tua vita ci sono anche gioia, amicizia e sostegno. Non trovi che valga la pena di vivere per queste cose?».

Un pensiero importante (che racchiude al suo interno un intero mondo di elucubrazioni), decisamente complesso ed elaborato per essere dedicato ad un pubblico di bambini, come del resto lo è l'intero linguaggio dell'opera, scritta per i più piccini, ma resa in modo tale che qualsiasi adulto si troverà ad apprezzarla.

Ringrazio la casa editrice Edicolors per avermi fornito una copia cartacea di questo libro

il mio voto per questo libro 

16 commenti:

  1. Sembra davvero un libro molto carino :3

    RispondiElimina
  2. È una storia molto carina, con un protagonista che sembra essere molto dolce. Bellissima anche la copertina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le illustrazioni interne lo sono ancora di più *__*

      Elimina
  3. Un'altra piccola perla da leggere, prendo subito nota (ツ)

    RispondiElimina
  4. Sembra una storia davvero super tenera, oltre che molto bella!

    RispondiElimina
  5. Che carino, sembra una storia dolcissima :)

    RispondiElimina
  6. La cover è favolosa! Adoro questo tipo di libri :) mi appunto il titolo.

    RispondiElimina
  7. ehi ciao complimenti davvero per il tuo blog, lo trovo favoloso bellissimo.. complimenti davvero.. mi sono appena iscritta se ti va passa da me cosi ci scambiamo l'iscrizioni un bacio.

    http://pensieritruccosi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. wou muriomu mi fai sbarrare gli occhi come una bambina con questi libri che mi consigli, bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta di averti fatto conoscere questa piccola meraviglia ^_^

      Elimina
  9. Ciao! Ti chiedo scusa dal principio!
    Non sono solita fare queste cose... ma vorrei chiederti un favore:
    Vorrei chiederti se fossi così gentile da pubblicizzare un paio di eventi che il Telefono Azzurro terrà al Salone internazionale del libri di Torino...
    E' un'associazione che mi sta davvero a cuore!

    Ti lascio il link del post che ho creato: http://bookisallyouneediaia.blogspot.it/2016/05/lets-talk-5-telefono-azzurro-al-salone.html

    Grazie se lo farai e scusa ancora per l'intrusione!
    -iaia-

    RispondiElimina
  10. Ma che bella storia! <3 Lo prenderò e magari più in là lo leggerò con la mia bimba, grazie per il suggerimento! A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania! Sono sicura che Luolo conquisterà entrambe ^^

      Elimina
    2. Ciao Stefania! Sono sicura che Luolo conquisterà entrambe ^^

      Elimina

♥ Dimmi la tua ♥
Accetto volentieri saluti e commenti relativi all'argomento del post. Evitate i commenti volti esclusivamente a pubblicizzare i vostri blog. Grazie!