sabato 15 gennaio 2022

Recensione: “Enciclopedia delle fate” di Emily Hawkins e Jessica Roux

Titolo: Enciclopedia delle fate
Titolo originale: A Natural History of Fairies
Autore: Emily Hawkins
Illustrazioni: 
Editore: Il Castello Editore
Data di pubblicazione: 7 ottobre 2020
Pagine: 64
Prezzo: 16,00 € 

Trama:
Le fate vivono intorno a noi: basta solo guardare con attenzione. Redatto dalla professoressa Arbour, botanica, questo libro è stato lasciato alla nipote per aiutarla a scoprire la vita segreta delle fate e il loro ruolo speciale nel mondo naturale. Ricche di annotazioni precise e schizzi complessi, queste pagine descrivono le diverse specie di fate in tutto il mondo, esplorando dove e come vivono.

Recensione:
Cari lettori, siete pronti per un viaggio magico ed indimenticabile?
Bene! Perché questo viaggio inizia con una suggestione, un espediente che l’autrice Emily Hawkins, crea e alimenta, per dare credibilità e solidità alla storia che si accinge a raccontarci, trascinandoci, ancora di più, in un mondo dove tutto è possibile. Anche l’esistenza delle fate.

Così, il bellissimo volume che ci troviamo davanti, con una copertina preziosa, elegantemente vergato, e illustrato dalle accuratissime tavole di Jessica Roux, diventa un’enciclopedia - quindi un volume del tutto autorevole, seppure segretissimo - con una storia decisamente interessante.

Redatto dall'illustre professoressa e botanica Elsie Arbour, il libro è indirizzato a sua nipote Annabelle, e a lei viene consegnato, accompagnato da una lettera, tramite la quale la donna le svela l’importanza del lavoro e delle ricerche a cui ha dedicato buona parte della sua vita: la scoperta e la classificazione delle fate.

Il lettore è sollevato dal peso di domandarsi quanto di vero ci sia in ciò che legge, deve solo immergersi nella lettura, immaginare il mondo con occhi diversi e credere alla parola della rinomata professoressa.


Ecco dunque, pagina dopo pagina, che scopriamo la loro classificazione, le diverse specie, gli habitat di ognuna di esse e le particolarità che hanno dovuto sviluppare per vivere ciascuna nel suo ambiente. Come si mimetizzano, come si nutrono, come nascono e crescono.
Come comunicano, come scrivono.
Cosa amano, cosa detestano.

Le descrizioni e le spiegazioni sono dettagliate e minuziose.
Le illustrazioni eleganti, romantiche, raffinate e senza tempo.
La fantasia e la cura con cui viene documentata l’esistenza delle fate è così particolareggiata, da rendere una lettura “fantastica” assai credibile.



Un volume che porta a credere, anche solo per poche ore -il tempo della sua lettura - che quel piccolo microcosmo magico esista davvero e coesista con il nostro.
Un mondo delicato, grazioso a misura di fata, in un mondo caotico, spesso spietato, a misura d’uomo.
E questa è la piccola grande magia che compie Emily Hawkins con la sua storia, ci porta un po’ a sperare che in tutta quella fantasia ci sia qualche briciola di verità.
Non sarebbe bello?






Ringrazio Il Castello Editore per avermi omaggiato di una copia cartacea di questo libro



il mio voto per questo libro


7 commenti:

♥ Dimmi la tua ♥
Accetto volentieri saluti e commenti relativi all'argomento del post. Evitate i commenti volti esclusivamente a pubblicizzare i vostri blog. Grazie!