giovedì 8 marzo 2018

Speciale #UnoDiNoiStaMentendo... ma chi? (prima tappa)

Eccoci qui, pronte a tirare le somme delle prime 90 pagine del libro #UnoDiNoiStaMentendo di Karen M. McManus



Quali sono i vostri sospettati?
Io e Little Pigo non vediamo l'ora di sviscerarvi tutte le nostre ipotesi, ma siamo anche incredibilmente curiose di conoscere le vostre, quindi fateci sapere a che punto sono le vostre indagini!

*** Le indagini di Muriomu ***

Premettendo che ognuno dei quattro protagonisti nasconde qualcosa, ma davvero uno di loro si è reso colpevole della morte di Simon?

Io inizio a pensare di no.
O meglio, dopo aver sospettato un po’ di Addy (mi era parso strano il modo in cui aveva reagito al malore di Simon), continuando la lettura (premettendo che siamo ancora lontani dalla sua conclusione), mi sono convinta che i quattro siano innocenti. Sospetto, invece, che siano stati incastrati o da una persona estranea al gruppo (ho pensato anche al professor Avery) o - e questa è l’ipotesi alla quale sono più propensa a credere - dallo stesso Simon.
Morire compiendo un’ultima vendetta, un modo folle e disperato per lasciare il segno... 

Per quanto concerne i ragazzi che la storia ci indica come sospettati, tra tutti il più innocuo mi sembra Nate.
Ho l’impressione che il suo passato, per quanto “sordido” sia il più limpido.
Non si finge chi non è, e forse viene dipinto anche peggio di com’è in realtà.

Per quanto riguarda Cooper, credo proprio che, il buon vecchio Simon, con il suo segreto abbia fatto cilecca. Il mio pensiero è che il ragazzo non abbia truccato le sue prestazioni con dopanti, e che quello che nasconde sia altro... e io sospetto una relazione omosessuale... magari con il suo amico Luis!

Il segreto di Addy è un banale tradimento. 
Ma ciò che più ho notato in lei è il modo in cui si è sempre fatta manipolare dal suo fidanzato. Una ragazza davvero troppo insicura e fragile per essere un’assassina.

Bronwyn, sottoposta alla grande pressione di dover mantenere voti alti in ogni disciplina, ha barato agli esami di chimica ma questo, a quanto pare, non è l’unico segreto che nasconde.

E immagino che tutti abbiano ancora segreti da svelarci. Bugie attraverso le quali hanno nascosto le proprie debolezze.
Eppure ognuno mi è parso sinceramente ignaro sull’essere stato scoperto. Nessuno sembrava immaginare che Simon, prima di morire, avesse scritto quell’ultimo post.
Quindi perché vendicarsi uccidendolo?

E voi cosa pensate?
Come me credete che questo gioco allo “scova il colpevole” si basi su un inganno di fondo (ai nostri danni) o credete che davvero uno tra Nate, Addy, Cooper e Bronwyn sia il colpevole?

*** Le indagini di Little Pigo ***


Anche se lo scopo di questa tappa sarebbe quello di individuare, tra i quattro testimoni della morte di Simon, quello più sospetto, i miei dubbi gravitano principalmente attorno alla vittima.
Ebbene sì, al momento per me l'assassino e l'assassinato coincidono nella stessa persona.
Credo che il gossip boy abbia architettato in modo machiavellico la sua uscita di scena, al fine di incastrare, per qualche strana ragione, i quattro coetanei.
Più ragioni mi hanno spinto a questa conclusione:
- è altamente improbabile che qualcuno possa aver avuto il tempo materiale di correggere l'acqua con l'olio d'arachidi (soprattutto perché era impossibile sapere in partenza che il ragazzo avrebbe lasciato incustodito il bicchiere).
- Simon ha messo troppa enfasi nel gesto naturale del bere: fermandosi per osservare l'incidente nel parcheggio, offrendo il bicchiere ad Addy e poi proponendo un brindisi. Credo infatti che lo scontro delle auto fosse un diversivo per poter lasciare il bicchiere sul banco alla mercé degli altri, e rendere più verosimile l'omicidio.
- i post continuano ad essere pubblicati anche dopo la sua morte (sebbene su Tumblr). 
A tal proposito ritengo plausibile o una pubblicazione programmata in anticipo dallo stesso Simon, o l'aiuto e la compartecipazione al piano della sua migliore amica, la cosiddetta punk.
- sempre l'amica punk legge al funerale di Simon una poesia abbastanza ambigua, indubbiamente insolita per una celebrazione del genere.
In particolare mi ha colpito la prima parte, qui riportata, ed incentrata stranamente sui segreti da confessare:

«Il passato e il presente appassiscono – io li ho colmati e svuotati, 
 E procedo a riempire la mia prossima piega del futuro. 
 Ascoltatore, lassù, che hai mai da confidarmi? 
 Guardami in faccia, mentre aspiro il furtivo avanzar della sera, 
 Parla sinceramente, nessun altro ti udirà, 
io non m’attardo che un minuto ancora... 
 Parlerai prima che io sia partito? 
O ti deciderai quando è ormai troppo tardi?...»

Se invece dovessi proprio puntare il dito su uno dei quattro, escluderei a priori Bronwyn, perché era al davanzale della finestra già prima di Simon, quindi non avrebbe potuto sfruttare il diversivo dell'incidente per correggere l'acqua contenuta nel bicchiere.
Inoltre fare della secchiona (ossessionata dalla media alta e da Yale) l'omicida, sarebbe troppo banale. In ogni caso credo che il suo segreto, ovvero quello inerente agli esami di chimica, sia un tantino diverso rispetto a quanto ci è stato raccontato.
Ho infatti il sospetto che la diciassettenne non abbia trovato l'account drive del professore casualmente aperto, come ha confessato ai genitori, ma che abbia appositamente chiesto a Simon, mago della tecnologia, di hackerarlo per lei. 
Questo rappresenterebbe quindi un movente per Bronwyn: la complicità di Simon era una spada di Damocle sulla sua testa e solo liberandosi di lui sarebbe stata al sicuro. Tuttavia ripeto non penso sia stata lei.

Lo stesso vale per Addy. La sua unica paura consiste nel perdere l'amore di Jake, eppure non si è fatta troppi problemi a confessare al fidanzato le sue colpe (pur non essendo necessario), ergo non penso arriverebbe ad uccidere per proteggere se stessa.

Nate è un altro che escluderei. Sarebbe il sospettato numero uno per la polizia, a causa dei precedenti con la giustizia, ma non credo che per lui la reputazione o la privacy violata rappresentino una priorità.

Rimane un unico indiziato, ovvero Cooper
È chiaro che ha da nascondere molto più di quanto sembri. Il ragazzo perfetto, il campione supermuscoloso fidanzato con la più bella del liceo, teme che qualcuno possa rovinare la sua immagine per sempre, pregiudicando l'ingresso in una società sportiva importante.
Abbiamo già intuito l'esistenza di un tradimento di Cooper ai danni della fidanzata Keely, ma non ci è ancora nota l'identità dell'amante che per me potrebbe essere... rullo di tamburi... Jake!
Si sa che l'essere gay non è proprio un particolare trascurabile per gli atleti, in quanto mal visto nel mondo sportivo, ciò rappresenterebbe quindi un problema per entrambi i giocatori. 
Ed essendo stato Jake uno dei migliori amici di Simon, perlomeno fino alla prima superiore, si spiegherebbe facilmente anche la necessità di far sparire l'autore di "Senti questa". 
Forse la vittima è sempre star al corrente della bisessualità (o omosessualità repressa) dell'ex amico Jake, e da lì era giunto anche alla conclusione della relazione clandestina fra i due compagni di squadra.
Ed in tal caso l'incidente al parcheggio potrebbe essere stato orchestrato da Jake e Cooper per tenere al sicuro il loro segreto.
Forse sto volando troppo con la fantasia, ma non voglio scendere XD

Un'ultima teoria complottista vedrebbe come colpevole addirittura il professor Avery, in quanto strenuo avversario della tecnologia e quindi in maniera indiretta di Simon e della sua app.
Potrebbe essere stato un modo barbaro e diabolico per allontanare tutti dagli smartphone e dai social e riavvicinarli alla carta stampata? Non credo, ma butto qui anche questa tesi, tanto tentar non nuoce.

***

Come avrete letto, le versioni mie e di Little Pigo, pur differendo in qualche particolare, sono assai simili.
Ancora una volta siamo sulla stessa lunghezza d'onda... quali sono invece le vostre?

Vi ricordiamo inoltre di condividere le vostre indagini sui social utilizzando l'hashtag #UnoDiNoiStaMentendo.
Con la seconda tappa ci vediamo invece il 15 marzo! Si arriva fino a pagina 137  

Acquista il libro su:

3 commenti:

  1. Ho finito adesso le prime 90 pagine e che dire l'autrice mi ha spiazzato di brutto. Premesso che tutti loro hanno un movente che poteva portarli a uccidere Simon, non li credo capaci di averlo fatto. Appena ho visto la scena in cui Simon veniva ucciso mi sono detta secondo me è stato lui ha mettere l'allergene nel suo bicchiere e tale cosa si è rafforzata quando l'amico di Nate dice a Nate di vedere ciò che è scritto su "Senti Questa" dove c'è qualcuno che dice che è lui la persona che ha ucciso Simon. Mi domando chi poteva scrivere se non Simon stesso tale messaggio? Mah. Forse per vendicarsi di Bronwyn che lo aveva baiato ma poi scaricato o di Cooper eterno mito di tutti al quale lui non poteva arrivare. Oppure il professor Avery ma perchè? Sì ok è un tipo particolare ma non lo credo capace di uccidere solo per l'uso del cellulare in classe, oppure c'è qualcosa che nasconde anche lui... Ma per il momento lo escluderei. Più che altro quello che mi fa pensare che la cosa fosse prevista e premeditata il fatto che la siringa di epinafrina non c'era in infermeria eppure il professore dice che c'era tanto chge Cooper va a prenderla ma non la trova. Perciò i miei sospetti ritornano a Simon. L'unica cosa certa è che tutti hanno segreti.

    RispondiElimina
  2. Sì anch'io ho pensato che potesse essere Punk a scrivere o a pubblicare i messaggi perchè credo che i messaggi li abbia fatti Simon solo che Punk deve pubblicarli successivamente.

    RispondiElimina
  3. Io per le prime 90 pagine mi sono soffermata su Addy, analizzando la sua personalità su quello che avevo, ma anch'io sospetto su una seconda persona..

    RispondiElimina

♥ Dimmi la tua ♥
Accetto volentieri saluti e commenti relativi all'argomento del post. Evitate i commenti volti esclusivamente a pubblicizzare i vostri blog. Grazie!